);
Talk: oggi parliamo di

Viaggi: come evitare frodi e truffe su internet

Dopo le vicende delle ultime settimane, abbiamo pensato di scrivere un articolo veloce e pratico per evitare frodi e truffe nel settore viaggi.

Spesso ci chiedono come facciamo ad organizzare i nostri viaggi e quali portali o siti utilizziamo per prenotare i nostri on the road. Bene, in questo articolo vi daremo qualche pratico consiglio per risparmiare in sicurezza, ma soprattutto vi diremo cosa NON dovete fare e in quali casi NON dovete assolutamente fidarvi.

Chi ci segue da tempo saprà sicuramente che i nostri viaggi vengono completamente disegnati da noi. Tuttavia, vi sono dei posti dove, se non siete esperti viaggiatori, è bene appoggiarsi ad un vettore specializzato per non avere pensieri.

Organizzare i viaggi in autonomia è perfetto per chi vuole adattare qualsiasi meta alle proprie esigenze e in contemporanea risparmiare soldi da utilizzare proprio durante la vacanza. In genere i tour operator o le agenzie hanno un margine su ogni viaggio che organizzano. Ecco noi quel margine lo usiamo per fare attività che ci piacciono o per risparmiare per il prossimo viaggio. Certo l’organizzazione in proprio porta via molto tempo, ma finora ci ha sempre ripagato!

Nel caso in cui, anche voi, siete come Moira e Raffaella di Foodeviaggi e vi sentite di organizzare in proprio i vostri futuri viaggi, ecco di seguito qui quali sono i principali campanelli d’allarme, i segnali che potrebbero indicare una frode o una truffa in campo turistico.

Fate attenzione al “prezzo stracciato”

Quando si organizza un viaggio si parte sempre da un budget minimo e massimo, a meno che non siate milionari e non avete questo problema. Ma anche se foste milionari, ci sono comunque fattori che potrebbero farvi evitare frodi e truffe. Veniamo all’esempio.

Se state organizzando un viaggio in USA – ad esempio un viaggio on the road in California e vi capita di vedere online un portale con alberghi o hotel sotto una certa soglia, ecco iniziate a preoccuparvi e a farvi delle domande.

Esempio pratico: se dovete pernottare a San Francisco, dovete sapere che il prezzo di hotel e motel è abbastanza elevato. Difficile trovare una sistemazione a meno di 100 dollari al giorno, a meno che non vi accontentiate di un ostello con bagno condiviso. Detto questo, se vi capita di vedere un hotel 4 stelle in centro San Francisco a 50 euro al giorno è sicuramente un campanello d’allarme.

Come verificare? Cercate su google il nome dell’hotel che vi viene proposto a quella cifra. Se altri portali hanno disponibilità al doppio del prezzo allora saprete sicuramente che si tratta di una truffa. Ma non solo. Abbandonate proprio il portale che state usando perché è chiaramente un fake site.

CONSIGLIO: Se volete essere proprio sicuri, contattate direttamente l’hotel e provate a prenotare direttamente con loro. Spesso i prezzi sono più vantaggiosi (10-15% in meno rispetto ai portali) e offrono upgrade gratuiti. Inoltre avrete la possibilità di parlare direttamente la struttura.

Per evitare frodi e truffe: no ai pagamenti con bonifico bancario e ricariche postepay

Abbiamo sentito in questi ultimi giorni di un hotel sulla riviera romagnola, che chiedeva l’anticipo con bonifico ESTERO!

A questo punto chiedetevi: perché devo fare un bonifico in Irlanda se l’hotel si trova a Rimini? No, no e ancora no. Scappate a gambe levate e cercate un’altra soluzione. E’ evidente che la situazione puzza.

Inoltre, ricordatevi che il sistema più sicuro per i pagamenti sono le carte di credito che sono protette da sistemi anti frode e meglio ancora PayPal – mezzo di pagamento preferito da Foodeviaggi. Quando qualche fornitore di servizi turistici ci chiede di pagare con bonifico, in genere rifiutiamo per due motivi: 1) non ho modo di recuperare i soldi in caso di truffa 2) preferiamo metodi di pagamento tracciati più immediati.

Evitate anche i trasferimenti fondi tramite la famosa POSTEPAY. E’ un metodo di pagamento usato anche da stranieri che si fingono host. Fate attenzione!

Attenzione ai social: non accettate proposte da ignoti

Diversi sono i personaggi che usano i social per mandare messaggi privati a persone offrendo viaggi all inclusive a prezzi davvero stracciati. Se non conoscete queste persone, NON rispondete ai messaggi. Peggio ancora se vi chiedono di pagare tutto subito con postepay.

Rifiutate le richieste di messaggi o cancellate semplicemente. Spesso infatti i siti collegati a questi messaggi sono palesemente dei fake sites creati appositamente per “rubare” dati personali. Diffidate sempre.

Evitare frodi e truffe si può: noi facciamo così

I tre principali campanelli d’allarme che vi abbiamo illustrato prima sono sicuramente importanti. Ora passiamo al nostro metodo per organizzare un viaggio in sicurezza. Viaggiamo da molto tempo e non siamo MAI state truffate da nessuno. Abbiamo affittato case e auto, prenotato hotel, ristoranti, esperienze e non è mai successo nulla.

Ecco qui qualche articolo che abbiamo scritto e che vi farà risparmiare in viaggio senza rischi:

e anche qualche consiglio sul budget:

Ti è piaciuto l’articolo? Se ti abbiamo incuriosito segui la nostra pagina FB e:

2 thoughts on “Viaggi: come evitare frodi e truffe su internet

  1. Grazie per le informazioni, non bisogna mai smettere di ripetere che un prezzo troppo basso è sinonimo di qualcosa che non quadra. Qui da me in Romagna chiamano ogni giorno dicendo: “sono stato truffato”, oppure “siamo arrivati e l’appartamento non c’era “. Dopo anni di questo, purtroppo capita ancora, quindi brave che divulgate queste info utili, bisogna parlarne il più possibile!
    Lara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *