);
Vancouver cosa vedere e come risparmiare

Vancouver cosa vedere e come risparmiare

La seconda parte del nostro itinerario on the road partito da Seattle ci porta in Canada. E allora ecco questo nuovo post che racconta Vancouver cosa vedere e come risparmiare.

Ogni volta che programmiamo un viaggio ci troviamo nelle condizioni di dover fare delle scelte. Spesso iniziamo la nostra discussione sperando di programmare viaggi low cost che ci portino a migliaia di chilometri di distanza, ma ovviamente non è sempre così.

Quando abbiamo deciso di andare a Seattle con annessa gita di un giorno a North Bend (la città di Twin Peaks) sapevamo che avremmo potuto continuare il nostro on the road verso il Canada e più in dettaglio, andare in British Columbia. Ed è stata la scelta migliore che potevamo fare. Questo viaggio è stato uno dei più belli che abbiamo fatto ed è ancora vivido nonostante sia passato un po’ di tempo.

E’ la fine di luglio. A Seattle abbiamo trovato temperature fresche con qualche piovasco e a Vancouver il meteo prevede sole pieno e 14 gradi. Siamo soddisfatte. Si parte per un viaggio nel viaggio. Vancouver e la British Columbia ci aspettano.

Le 5 cose da non perdere a Vancouver

Arriviamo a Vancouver dopo quasi 3 ore di macchina. La nostra permanenza in città sarà di 3 giorni, poi proseguiremo verso Squamish e Whistler. Queste sono le cinque cose da non perdere assolutamente a Vancouver:

  • Granville
  • Stanley park
  • Capilano Suspension Bridge Park
  • Harbour Center
  • Science World

Granville

La zona più commerciale della città. Negozi, mercati e tantissimo street food. Si trova su una penisola ed è facilmente raggiungibile percorrendo l’omonimo ponte Granville Bridge. Una volta era una zona industriale molto poco battuta dai turisti, ma negli ultimi anni è stata riqualificata fino a diventare un punto di riferimento turistico e di intrattenimento. Il nostro primo pasto in città è stato consumato qui, nel grande Public Market. Un ottimo hamburger in un tipico pub della zona.

Stanley Park

Stanley Park è il parco cittadino, di oltre 400 ettari. Una volta raggiunto il perimetro del parco non ti sembra più di essere in città. Sembra di essere in montagna, nei boschi e la sensazione è bellissima. Noi ci siamo alzate con l’idea di fare un picnic, all’interno del parco e con i nostri panini siamo arrivate in una zona, nella foresta, attrezzata per le soste. Tavolacci di legno e panchine.

Ci sistemiamo per bene, iniziamo a pranzare, quando vediamo muoversi delle foglie. Pensiamo subito ad un animale. Ma non pensavamo di certo ad un procione. Il nostro simpatico amico vuole mangiare con noi. Ci raggiunge e con eleganza cammina intorno al nostro tavolo. Ci studia. Vuole i nostri panini. Gli lanciamo qualche pomodoro. Non l’avessimo mai fatto! Ci guarda con aria di sfida e con un balzo salta sul tavolo. Vuole tutto il panino ora. Noi abbandoniamo l’area di corsa e finiamo di mangiare i nostri panini in macchina.

Da quel momento in poi ci guardiamo le spalle, ma proseguiamo la nostra visita al parco fino a raggiungere BEAVER LAKE, il lago dei castori, completamente coperto da ninfee. Insomma ci troviamo in centro città, in una bellissima oasi naturale. E’ meraviglioso. Crediamo che tutte le città debbano avere una zona verde come questa.

Capilano Suspension Bridge Park

Abbiamo fortemente voluto questa escursione. Sembrava una trappola per turisti e invece si è rivelata LA vera escursione di Vancouver. Il parco sospeso si trova a circa 10 km dal centro di Vancouver ed è una vera e propria avventura. Noi ci siamo arrivate in auto, ovviamente, ma esistono delle navette gratuite per i turisti che partono da Canada Place e da Melville Street.

All’ingresso abbiamo trovato un po’ di fila, dunque se riuscite arrivate la mattina presto. Una volta dentro la sensazione è quella di trovarsi nel primo episodio di Hunger Games. E’ tutto bellissimo. Sequoie, civette, uccelli di ogni tipo e .. il lunghissimo ponte sospeso: la vera attrazione. Il ponte è lungo oltre 100 mt ed è sospeso a 70 mt di altezza. Si oscilla per bene, ma è un’esperienza che rifaremmo sicuramente. Inutile dirvi che questo parco è adatto a tutti, soprattutto ai bambini.

Esistono poi molti percorsi adatti a tutti e ci sono anche dei siti riferiti agli indiani nativi. Un pezzo di storia immerso nella natura.

Harbour Center

Ad Harbour Center sorge il palazzo chiamato SPACE NEEDLE, da non confondere con quello sicuramente più celebre che abbiamo visto a Seattle. E’ una delle attrazioni più turistiche della città, è il palazzo che ospita il Lockout – l’osservatorio. E’ a pagamento, ma potrebbe valerne la pena se siete amanti di panorami dall’alto. Noi ci siamo state e lo consigliamo.

Science World

Il bellissimo museo delle Scienze di Vancouver. Adatto soprattutto ai più piccoli offre tantissimi spunti di carattere scientifico. Bellissima anche l’architettura del palazzo che ospita questo bel museo. All’interno tantissimi percorsi interattivi per conoscere meglio come funzionano il mondo.

Photogallery di Vancouver

Tip per risparmiare a Vancouver

Durante la programmazione del nostro viaggio abbiamo subito notato che i prezzi degli hotel sono davvero alti a Vancouver, così abbiamo preferito soggiornare fuori città, a Burnaby, dove abbiamo trovato un b&b molto accogliente, con parcheggio gratuito e con una colazione abbondante e ben curata. Prezzo 80 euro a notte. Molto meno della media di Vancouver, stimata in 203 euro al giorno per un hotel 3 stelle.

Se volete che il vostro viaggio a Vancouver, resti un viaggio low cost, evitate di soggiornare in città. Burnaby non ha niente di particolare, ma l’abbiamo scelto perché, oltre ad essere molto vicino al nostro obiettivo, ci hanno girato diversi film, tra cui: Final Destination 3, Smallville, Juno, e la serie TV X-files.

Cosa mangiare a Vancouver

Durante la nostra permanenza a Vancouver abbiamo mangiato in diversi ristoranti, ma non recensiremo nessuna struttura perché, questo itinerario, benché sempre attuale, è stato percorso nel 2011 e molti posti potrebbero essere chiusi. Ma possiamo indicare quali sono i piatti tipici che potrete assaggiare a Vancouver, tenendo comunque conto che la città è famosa per la cucina fusion. Ecco quello che potreste assaggiare:

  • Pancake con sciroppo d’acero: Praticamente si trova ovunque in Canada e spesso viene servito sia a colazione che a metà pomeriggio
  • Rice Pudding: riso mischiato con latte freddo, cannella e sciroppo d’acero. Ci sono diverse versioni di questo piatto alla quale spesso viene aggiunto uvetta, scaglie di cioccolato, frutta disidratata o cereali di vario genere;
  • La Tourtiere: una torta di carne speziata
  • Il salmone alla Wellington rigorosamente con panna e gamberetti
  • Pasta salad: noi non l’abbiamo assaggiata, perché per noi italiani è un vero affronto. Pasta fredda condita con olio e maionese e verdure saltate. Anche no grazie.

Ci rimettiamo in macchina e ci dirigiamo verso le nostre prossime tappe: SQUAMISH E WHISTLER. Abbiamo prenotato una suite questa volta, in un golf club di Squamish. Ma questo ve lo racconteremo nel prossimo post.

12 Comments

  • Annalisa

    Il mio sogno fin da bambina, quando guardavo e studiavo queste terre sul sussidiario! Spero davvero di riuscire ad andare presto, sia a Seattle che a Vancouver. Il tuo articolo contiene tutte le notizie necessario per organizzare un bel viaggetto, evitando la pasta salad!

  • anna di

    Questo articolo cade a fagiolo, sto studiando un po’ il Canada. Non vedo l’ora di visitare questo incredibile paese, con i suoi paesaggi e la sua natura. Avete ragione, per andare low cost meglio non dormire in centro. Ho visto prezzi altissimi

  • ellie

    Ho vissuto a Toronto ma non ho mai messo piede a Vancouver, ho una cara amica che ci vive e sta benissimo. Credo che sia anche dal punto di vista cliamtico un posto perfetto!

  • Noemi Ginosa

    che spettacolo! il Canada mi ha sempre affascinato lo sai? spero di poterci andare presto. le tue foto sono bellissime e la cosa che più mi ha colpito è il Capilano Suspension Bridge Park, che escursione magnifica!!

  • Simona

    Trovo molto utile l’idea di soggiornare fuori città e di essere comunque abbastanza vicini al centro per poterlo raggiungere facilmente. E poi colazione e parcheggio inclusi sono sempre un ottimo punto di partenza!

  • Claudia e Mattia

    Deve essere stato davvero favoloso!
    Vancouver mi attira molto come città, non sono mai stata in Canada, ma è un viaggio che prima o poi vorrei intraprendere.

  • Giovy

    Io ho fatto l’esatto itinerario al contrario. Mi sono fermata una settimana a Vancouver e una a Seattle. La città di Twin Peaks sarebbe Snoqualmie. North Bend è parte del territorio di Snoqualmie. Per me è stato un gran viaggio. Lo sognavo da tempo.

  • silvia

    Effettivamente Vancouver è una città molto cara in quanto è una città “in mano” ad asiatici ricchi molto ricchi.
    Io aggiungerei nelle cose da mangiare il London Fog: latte montato, te nero e sciroppo di vaniglia l ho adorato in tutti il mio viaggio sulla costa occidentale. E lo prenderei al Parallel.
    Come tips per risparmiare sul El Capiliano entrare sul tardi così che si risparmia il 30% oppure prediligere l’altro ponte sospeso dove generalmente vanno i local che odiano pagare una cifra così alta per un ponte. L’altro infatti è gratis!
    Granville io l’ho adorata avrei comprato tutto!
    Noi abbiamo dormito in città tutto sommato trovando un buon compromesso costo in più bici free cosi che abbiamo risparmiato su noleggio e mezzi in città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *