);
Daily Plan

In fuga verso l’isola di Alcatraz

Noi, ad Alcatraz, ci siamo andate di notte.

Uno dei punti fermi di questo on the road era la visita alla Prigione di Alcatraz. Quindi abbiamo organizzato una vera e propria Fuga verso Alcatraz per visitare il carcere reso celebre dai film americani era uno dei nostri sogni.

L’isola è grande circa 85000 mq ed è gran parte costituita da scogli, per questo motivo, Alcatraz è chiamata anche The Rock. La prigione è stata attiva dal 1934 al 1963 ed era famosa per le sue condizioni di massima sicurezza che rendeva quasi impossibile fuggire.

Tuttavia, nei 29 anni di attività del carcere, sono stati 14 i tentativi di fuga – coinvolgendo 36 detenuti, ma solo Theodore Cole e Ralph Roe riuscirono a fuggire nel 1937. Tutti gli altri tentativi fallirono clamorosamente.

Tanti sono stati i film ambientati sull’isola e alcuni sono stati ispirati proprio ad Alcatraz.

Ecco i più famosi (fonte wikipedia)


Come si raggiunge Alcatraz

L’isola si raggiunge solo via mare e per visitare l’isola e la prigione bisogna prenotare con largo anticipo o si rischia di non trovare posto. Le prenotazioni aprono con 3 mesi di anticipo rispetto alla data scelta per la visita. Così se avete intenzione di andare ad Alcatraz ad aprile, tenete presente che le prenotazioni aprono a gennaio.

Si sono diversi tour a disposizione dei visitatori. Tre daily tour diversi per prezzo e durata: si va dal classico biglietto da 39,90$ fino al più completo da 92,80$. E poi c’è il night tour, con partenza fino alle ore 18. Il tour permette una visita dell’isola e della prigione di 2 ore e 50 minuti, in notturna.

La nostra fuga da Alcatraz è andata benissimo – abbiamo prenotato il night tour e ci siamo trovate molto bene! Prenotare il biglietto notturno era davvero importante per noi, perché ci ha permesso di passare l’intera giornata a San Francisco, e ci ha dato la possibilità di visitare la prigione nelle ore più suggestive.

Qui trovate tutti i prezzi dei vari tour da acquistare sul sito ufficiale

Se invece volete passare anche qualche giorno a San Francisco vi proponiamo le seguenti esperienze:

Vedi il nostro itinerario OTR

PHOTOGALLERY

20 thoughts on “In fuga verso l’isola di Alcatraz

  1. ho visto diversi film dove Alcatraz è protagonista, mi piacerebbe molto vederla di persona, nonostante la sua storia essendo un ex carcere di sicurezza la struttura sull’isola sicuramente ha il suo fascino e vale la pena visitarla

    1. Quando sono stata a San Francisco per motivi di tempo non sono riuscita ad andare ad Alcatraz. Spero di avere la possibilità di ritornare in quella parte di America ??!

  2. Non immaginavo assolutamente che fossero così tanti i film ambientati nella prigione di Alcatraz! Credo di aver visto solo Fuga da Alcatraz. Io l’ho vistata parecchi anni fa e le liste di attesa non erano così lunghe per fortuna. Mi sembra splendida l’idea di visitarla di notte, mi raccomando poi raccontati e soprattutto mostraci le foto

  3. Noi abbiamo fatto il tour di giorno ed è stato molto interessante. Bellissima anche la vista da Alcatraz sulle strade di San Francisco.

  4. che bella esperienza deve essere stata. Io sono stata solo ad un carcere, quello di Fremantle , ed è stata una bellissima esperienza, anche se dura . Alcatraz, è nei miei sogni, quanti film ho visto e quanto l’ho pensata. Certo che il tour notturno deve fare un po’ paura

  5. Io credo di essere stata estremamente fortunata perché ho prenotato 5 giorni prima e non ho avuto problemi. era inizio febbraio e forse c’era meno gente ma è stato incredibile visitare Alcatraz. Da pelle d’oca veramente, chissà di notte che emozione!

  6. Anch’io sono stata fortunata, sono passata al molo il giorno prima e c’erano ancora i biglietti earlybird per il mattino seguente. Per tutta la visita ho cercato Clint ma non l’ho trovato! 🙁 Anche Nicolas Cage o Sean Connery mi sarebbero andati bene, ma niente!

  7. Sembra un luogo molto suggestivo, vale la pena una visita. Quanti film ispirati a queste prigioni… non me l’aspettavo!

  8. Questo è uno dei miei sogni! Spero di poterlo realizzare presto. Mi piacerebbe fare un viaggio di più tappe nel quale aggiungere una visita anche ad Alcatraz. Credo non ne rimarrei affatto delusa! 🙂

  9. noi credo abbiamo avuto molta fortuna: 3 giorni prima di andare abbiamo prenotato online e abbiamo trovato posto. Abbiamo fatto la visita diurna poiché ammetto che quelloa notturna un pò mi metteva suggestione. Quello che più mi rimane in mente è il suo fascino nonostante fosse un carcere. Pensare che lì veramente cerano state persone che avrebbero dovuto scontare tutta la vita. Insomma triste ma anche particolare su un’isola.

  10. Quando ho organizzato il mio viaggio in California, i biglietti per Alcatraz sono stati tra i primi biglietti che ho acquistato (dopo quelli aerei). Una visita che non volevo assolutamente perdere.
    Anche se devo ammettere che quel giorno mi sono resa conto che c’erano delle persone che facevano “bagarinaggio” con i biglietti…
    Dentro è stato ricostruito molto bene, e mette la pelle d’oca camminare in quei corridoi e pensare che lì delle persone ci hanno speso una vita.

  11. A San Francisco, il mio futuro marito ed io, ci andremo a inizio settembre e siamo proprio indecisi se visitare Alcatraz o meno.. mi piacerebbe il tour serale da fare il giorno che arriviamo, dato che atterriamo alle 12.50 .. ma ho paura di non riuscire a starci dentro per gli orari, tra controlli aeroportuali, recuperare le valigie e raggiungere l’hotel…

    1. Hai ragione! Noi infatti il giorno in cui atterriamo non abbiamo programmato nulla. Ci guarderemo un po’ intorno, cena e nanna. Il giorno dopo tour della città e sera ad Alcatraz.

  12. Il night tour è molto suggestivo, hai fatto bene a prenotarlo prima! Ti consiglio solo di coprirvi bene, la baia di San Francisco è molto più fredda delle zone circostanti e soprattutto quando sarete sull’isola. Noi siamo andati d’estate e dopo essere arrivati dalla Death Valley con i suoi 50 gradi arrivati a San Francisco avevamo veramente freddo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *