);

Il fascino dei sassi di Matera: quando una città diventa mito

Dormire tra i sassi di Matera era un sogno, uno di quelli che speri di vivere una volta nella vita. Per questo quando abbiamo delineato il nostro on the road, abbiamo da subito inserito un pernottamento a Matera. Su questa notte si è sviluppato tutto il resto del nostro viaggio.

Volevamo fermarci una notte e visitare Matera in una giornata tra luce e oscurità, sperando di trovare bel tempo. Volevamo fare parte di quello che ora definiamo un presepe a grandezza naturale e ammettiamo che non è stato facilissimo trovare una sistemazione tra i sassi che potesse regalarci quello che poi abbiamo vissuto.

Le nostre richieste erano semplici, ma specifiche. Volevamo dormire in un antico palazzo, non espressamente di lusso, ma con una vista mozzafiato, il parcheggio comodo, la possibilità di poter fare colazione su un terrazzo panoramico e possibilmente avere una camera con vista diretta sui sassi. Senza ostacoli davanti. La nostra è stata una ricerca ardua ma abbiamo trovato quello che cercavamo … e anche di più.


GUARDA SUBITO IL NOSTRO VIDEO

DORMIRE TRA I SASSI A MATERA

La prima cosa che vi dobbiamo assolutamente raccontare è il posto che abbiamo scelto per la notte. E’ una sistemazione che consigliamo a tutti anche a chi non ha “problemi fotografici” come noi. Il prezzo è nella media qundi

L’hotel che abbiamo scelto non ha un nome fantasioso e non appartiene nemmeno a catene importanti, non è un hotel di lusso, ma ci siamo sentite due vere vip nella sua cornice.

HOTEL SASSI: sulla carta aveva già tutto quello che cercavamo. Ma una volta sul posto abbiamo scoperto che l’HOTEL I SASSI è stato il primo albergo ricavato all’interno dei sassi (1996). Si trova nel cuore del rione e comprende diverse unità abitative. In altre parole la nostra non era una stanza, ma un appartamento con ampio soggiorno, camera, bagno e al piano superiore un terrazzo con panorama mozzafiato.

L’hotel si trova a pochi metri da Piazza Vittorio Veneto, il centro di Matera. Il parcheggio convenzionato a circa 300 metri e una visuale da quadro rinascimentale ci hanno convinto subito. L’hotel si raggiunge camminando in un saliscendi di caratteristici vicoli in pietra bianca. La reception è arredata con stile e lo staff è stato assolutamente professionale e gentile.

Il check in è stato velocissimo e misure COVID ampiamente rispettate. Al nostro arrivo ci hanno dato subito la lista per scegliere la colazione e ci hanno accompagnato direttamente in quel che sarebbe stata la nostra casa per una notte!

Appartamento ampio, arredato con poche cose, ma con stile e una camera da letto con vista splendida. L’unico difetto, se dobbiamo proprio trovarne un: il bagno. Piccolo e con una doccia poco “abitabile”, ma il terrazzo privato posto al piano superiore ha letteralmente cancellato quel piccolo difetto. Un terrazzo privato dove poter fare colazione e da dove far decollare il nostro drone, senza ostacoli, ne pericoli. UAUAUAUAU ..

E così abbiamo fatto. Una breve ripresa all’alba, allo spegnimento delle luci urbane, e un timelapse un’ora prima del servizio della colazione, richiesto in camera la sera precedente. Un sogno!


UNA CITTA’ TRA I SASSI

Belvedere Piazza Vittorio Veneto

La nostra visita inizia nel cuore della città. La prima tappa panoramica è il Belvedere di Piazza Vittorio Veneto. Ci siamo state la mattina, il pomeriggio e anche la sera. Siamo arrivate a Matera in una caldissima mattinata di settembre, sotto un bellissimo cielo blu con qualche nuvola bianca, quelle nuvole coreografiche che quando ci sono rendono le foto ancora più belle.

La nostra passeggiata continua addentrandoci nei vicoli stretti in pietra bianca fino a vedere tutto il rione Sasso Barisano. Una passeggiata di circa 90 minuti. Ci siamo soffermate in diversi punti per scattare quante più foto si poteva. E non c’è nulla da fare, la città è molto fotogenica! Nonostante possa sembrare tutta uguale, ecco non lo è affatto e il fatto di non avere tantissimi turisti ha aiutato moltissimo.

Per la prima volta ci siamo trovate in una città che sembra agli antipodi della modernità in cui siamo abituate a vivere ogni giorno, una città magica che ha il potere di accompagnarti nella visita…

Non abbiamo studiato o tracciato percorsi, ci siamo fidate della città. Ci siamo fidate dei tracciati che si componevano davanti a noi mentre scendevamo e salivamo le scale. Matera è da vivere così. Scoprire le sue bellezze senza essere obbligati a seguire un percorso mirato.

In questo anno di pandemia abbiamo riscoperto i “viaggi lenti” anche se poi il tempo è sempre limitato, ma mai come a Matera ne abbiamo sentito i benefici. Il “non essere costretti” a fare tutto quello che fanno gli altri è stato per noi sufficiente a rigenerarci mentalmente, nonostante le fatiche fisiche che in epoca di post lockdown sono state fin troppo accentuate.

La nostra visita ha toccato la Madonna dell’Idris, abbiamo visitato tutto Sasso Caveoso, la Gravina, e abbiamo visto il Parco Nazionale della Murgia – da dove si vede anche Belvedere Murgia Timone (raggiungibile a piedi con un percorso molto impegnativo o in auto).

Abbiamo visto l’orologio di Dalì e .. poi le scale, le pareti rocciose, gli archi di pietra, le figure naturali che si sono formate nel tempo, i resti rupestri e le tante chiese sparse. A questa città non manca davvero nulla …


PHOTOGALLERY


DI NOTTE TRA I SASSI DI MATERA

Matera di notte è lo spettacolo nello spettacolo. E’ qualcosa di unico e irripetibile, una sensazione che si può provare solo se hai la fortuna di dormire lì, tra i suoi sassi. E noi l’abbiamo fatto.

Non ci siamo risparmiate nemmeno la sera. Abbiamo camminato per i vicoli anche di notte, guardando bene dove mettere i piedi, perché scivolare è davvero “un attimo” e la prudenza non è mai troppa, ma ne è valsa la pena.

E poi una volta tornate “a casa” siamo rimaste lì a guardare dalla finestra il “presepe vivente” illuminato. Una vista che sicuramente non ci capiterà mai più di vedere, da nessuna parte del mondo, ma che sappiamo dove trovare, se ne avremo bisogno.

E la mattina, appena prima dell’alba è stato bellissimo poter vedere lo spegnimento delle luci, azione che segna l’arrivo di un nuovo giorno.


DOVE MANGIARE A MATERA

Non siamo rimaste per molto tempo in città, ma possiamo comunque consigliarvi due posti dove ci siamo trovate davvero bene.

Per un pranzo veloce, ma ricco vi consigliamo GALLERIA COFFEE MUSIC ART, un bistrot in Via San Biagio a due passi dal centro. Qui si trovano pochi piatti tipici a dire il vero, ma servono un ottimo hamburger all’italiana, di ottima qualità. Ci siamo trovate molto bene e lo consigliamo anche per la velocità nell’assistere i clienti e per il suo giardino interno, piccolo, ma molto carino. Prezzi nella media (20 euro a persona)

Per la cena invece abbiamo scelto il ristorante LA GROTTA NEI SASSI, specializzato in piatti tipici lucani. Atmosfera meravigliosa, staff molto professionale, ben preparato e attento alle esigenze dei clienti. Qui abbiamo assaggiato il famoso peperone crusco, una prelibatezza che non avevamo mai mangiato e che è impossibile trovare dalle nostre parti. Peccato…. sarebbe stato il nostro nuovo snack preferito. Prezzi nella media (30 euro a persona)

17 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *