I nostri Viaggi

Minitour della Puglia: cosa visitare in 3 giorni.

L’idea di fare un minitour della Puglia si è radicata nelle nostre menti verso la fine di luglio, quando abbiamo realizzato che avremmo potuto fare due settimane di ferie di fila. E sappiamo bene che la Puglia è una regione estesa, tuttavia potevamo vedere la regione subito dopo Caserta e Matera.

Abbiamo avuto solo 3 giorni e a dirla tutta abbiamo fatto un tour un po’ troppo tirato, ma ne è valsa la pena. Eravamo già state in Puglia, in momenti separati, anni fa e per questo volevamo visitare insieme zone che avevamo visto poco. Ecco quindi che la scelta dell’itinerario si è basata sulla parte centrale della regione, tra borghi e costa.

Il nostro mini tour ha toccato i seguenti luoghi:

  • Polignano a Mare
  • Alberobello
  • Locorotondo
  • Martina Franca
  • Cisternino*
  • Savelletri
  • Ostuni
Clicca sulla mappa per vedere la mappa live!

Abbiamo preferito visitare alcuni luoghi di queste città, non c’è bisogno di visitare ogni singolo angolo. Diverso è stato per Cisternino* che è stato inserito nel nostro mini tour, ma che per ragioni di tempo non è stato visitato a modo. Lo faremo. Promesso.


POLIGNANO A MARE

La perla di Puglia. Chi non conosce Polignano a Mare? E’ talmente famosa che tanti una volta vista non tornano più. Troppa folla. Noi ci siamo state con l’idea di fare un tuffo nel primo pomeriggio, abbiamo pensato che in tempi di Covid avremmo trovato un piccolo posto a debita distanza per poter fare il bagno, ma in realtà la spiaggia era strapiena a dispetto delle norme anti covid. Così abbiamo cambiato idea, ci siamo bardate per bene e abbiamo girato il centro storico. Bello, bellissimo.

Fotodiario di Polignano

I vicoli stretti e la pietra bianca tipici della Puglia sono i protagonisti di questa viva cittadina. Non ci siamo fermate a pranzo, dunque non possiamo consigliarvi nessun luogo, ma siamo andate a cercare il Ristorante sulla scogliera – La famosa “Grotta Palazzese”. Purtroppo la zona era in ristrutturazione e l’impatto non è stato splendido come pensavamo. Anche qui ci sarà modo di tornare.


ALBEROBELLO

E’ stato il nostro luogo del cuore, quello che volevamo vedere assolutamente e dove abbiamo scelto di fermarci la prima notte in Puglia. Come vi abbiamo raccontato, abbiamo dormito in un trullo tradizionale ed è un’esperienza che vi raccomandiamo di fare. Alberobello è un paese unico, sembra di vivere in una fiaba e l’impressione è quella di essere al villaggio di streghe.

Trulli di Alberobello

Ci sono tanti misteri e storie sull’origine dei trulli di Alberobello, noi ci siamo divertite a cercare pinnacoli e simboli mistici. Consigliamo per vedere la cittadina in modo tranquillo di visitarla alle prime ore della mattina, dopo diventa davvero troppo affollata.


LOCOROTONDO

Nel nostro mini tour della Puglia non potevamo evitare Locorotondo, nominato come uno dei borghi più belli d’Italia. Ce ne siamo innamorate a prima vista. Niente folla, solo il suono delle campane della Chiesa. Ripensandoci è stato davvero l’unico posto dove abbiamo potuto girare senza folla. Bellissime le vie del centro storico dove le botteghe sono piccole, ma uniche.

FOTODIARIO DI LOCOROTONDO


MARTINA FRANCA

Abbiamo fatto una tappa di poche ore a Martina Franca per visitare uno dei bar storici più celebri d’Italia: il caffè Tripoli. A molti di voi non susciterà nulla questo nome, ma è uno dei locali più famosi e tra poco vi racconteremo il motivo. Situato nel centro storico della città, ha compiuto da poco 100 anni ed è sicuramente una tappa da segnare se vi capiterà di andare a Martina Franca. Perché è così famoso? Per il suo bocconotto e per la granita al caffè, ma non solo!

Il Caffè Tripoli diventò davvero molto popolare verso la metà degli anni ’90. Divenne uno delle eccellenze italiane più esportate nel mondo, perché ovunque nel mondo avevano visto la foto promozionale di questo locale. Parliamo di una foto in bianco e nero scattata da Ferdinando Scianna, storico fotografo di Dolce & Gabbana, con protagonista Maria Grazia Cucinotta. Era il 1995, i social non esistevano, ma quella foto diventò virale in tutto il mondo. E la foto la si può ammirare all’interno del locale. Nel 2019 Maria Grazia Cucinotta ha fatto ritorno al Caffè Tripoli dopo oltre 20 anni, per rendere omaggio ad un luogo che l’ha resa famosa nel mondo. LA FOTO LA TROVI QUI

Dopo la visita programmata al Caffè Tripoli, ci siamo fermate a pranzo alla Pizzeria Due Agnelli, adiacente la Basilica di S. Martino. Un’ottima pizza gourmet con prodotti locali. Prezzo giusto per il servizio e la location. La posizione dei tavolini affacciati verso piazza Maria Immacolata, sono davvero stupendi.

FOTODIARIO DI MARTINA FRANCA


CISTERNINO

Siamo costrette a tornarci. O meglio dobbiamo riprovare a visitare Cisternino, purtroppo il tempo è stato davvero troppo poco e questo bellissimo borgo merita più che una toccata e fuga. Siamo arrivate in una mattina di sole, abbiamo avuto difficoltà a parcheggiare e siamo rimaste davvero una manciata di minuti. Promettiamo che torneremo a visitare meglio questo luogo così particolare e rinomato.


SAVELLETRI

Savelletri è una bella cittadina sul mare, noi ci siamo arrivate dopo un sopralluogo a Borgo Egnazia, luogo che prima o poi visiteremo anche all’interno. Quest’anno proprio non avevamo il tempo materiale. Ad ogni modo, siamo arrivate a Sevelletri per cena.

Abbiamo scelto un ottimo ristorante vista mare, con un’ottima selezione di crostacei crudi. Se vi dovesse capitare di essere in zona, non perdetevi il ristorante Da Renzina. Il posto è grande, ma è sempre meglio riservare.


OSTUNI

La città bianca. Un altro punto fermo nel nostro minitour della Puglia. Da sempre innamorate di questo posto, complici le tante foto che si trovano su instagram, volevamo assolutamente visitarla e vederla con i nostri occhi. E così abbiamo deciso di passare la seconda notte in Puglia a Ostuni. Abbiamo cercato un posto comodo, dove poter parcheggiare bene e raggiungere il centro a portata di .. scarpa.

Durante questo minitour della Puglia abbiamo sempre viaggiato in auto e in alternativa a piedi. Meglio a piedi che sui mezzi pubblici. E anche a Ostuni ci siamo mosse a piedi. Abbiamo passato una splendida giornata tra i vicoli stretti di questa città. Un consiglio: non andate a Ostuni con la suola liscia, evitare scarpe con suola di cuoio o rischierete davvero di cadere a ogni passo. Noi l’abbiamo fatta con sneakers normalissime, ma in alcuni punti il manto stradale è scivoloso, meglio partire con una suola antiscivolo. Per il resto la città è caratteristica, bellissima e affollatissima. Abbiamo visto tutto quello che si poteva e ci siamo divertite a scattare selfie davanti alla famosa porta blu. La porta più famosa di Puglia.

Per la sistemazione abbiamo una casa ristrutturata del centro storico. Un bilocale minimal, arredato con gusto, a pochi passi da un parcheggio a pagamento. Ci è piaciuto molto, a breve potrete leggere la recensione approfondita.

FOTODIARIO DI OSTUNI

Il nostro minitour della Puglia è per chi ama vedere le bellezze del nostro paese senza per forza dover studiare percorsi particolarmente lunghi. Noi avevamo solo 3 giorni e 2 notti e ci siamo concentrate su luoghi che per noi erano assolutamente da non perdere, ma soprattutto non abbiamo voluto esagerare e arrivare stremate alla fine del giro, soprattutto considerando che subito dopo il minitour della Puglia ci aspettava il tour della Costiera amalfitana, senza soste intermedie.

Un viaggio emozionante che ha scatenato in noi l’idea di tornare presto in questa splendida regione.