);
Tellaro perla del golfo poeti
I nostri Viaggi

Tellaro, il borgo marinaro, perla del Golfo dei Poeti

Tellaro, il borgo marinaro a due passi dalle Cinque Terre, è uno di quei posti che nonostante i numerosi post sui social, giornali e i servizi televisivi, non riesci ad immaginare finché non lo vedi dal vivo. E la sensazione una volta arrivati è quella di esserci già stati, ma al tempo stesso si ha la convinzione di vedere qualcosa di nuovo.

Ci troviamo in provincia di La Spezia, in un piccolo borgo marinaro, frazione di Lerici, che conta circa 1200 abitanti e che fa parte del circuito de “I borghi più belli d’Italia”. Basterebbe solo questo per convincere chiunque ad andare a visitarlo, eppure è ancora un borgo relativamente poco conosciuto. Il motivo potrebbe essere la vicinanza con le celebri Cinque Terre, che distano davvero qualche chilometro e che attirano migliaia di turisti ogni anno. Ma non solo. Scoraggia sicuramente anche il fatto che trovare parcheggio non è facile. Ma di questo ne parliamo al paragrafo successivo.

Dal canto suo Tellaro ci è sembrato somigliare vagamente a Riomaggiore, anche se questa piccola frazione di Lerici vive di una luce tutta sua. E’ un borgo con tanta personalità e per questo è uno dei posti più amati da artisti e scrittori. Mario Soldati, scrittore, regista e giornalista ha passato gli ultimi anni della sua vita a Tellaro.

Come raggiungere il borgo marinaro di Tellaro e dove parcheggiare

Veniamo subito alla nota dolente. Tellaro è piccolo e per raggiungerlo bisogna passare necessariamente da Fiascherino, altra località incantevole e con spiagge meravigliose. Si percorre una strada stretta dove due macchine in senso opposto passano a filo.

La strada è bella ma vi invitiamo alla massima prudenza. Durante il percorso in auto ci è sembrato di tornare al viaggio fatto in Costiera Amalfitana dove le strade sono strette e i parcheggi sono pochissimi e costosi! Anche a Tellaro è così. Pochi parcheggi e praticamente tutti a pagamento.

Non pensate di venire a Tellaro e trovare parcheggi infiniti – se poi decidete di andarci durante la stagione estiva allora, vi consigliamo di fare voto a San Cristoforo, patrono degli automobilisti! Per trovare parcheggio ci vuole fede, fortuna e un pizzico di inventiva. A questo punto le soluzioni sono 3:

  • cercare parcheggio in strada – nella zona di Traversa Fiascherino n.3 (parcheggi a pagamento nei mesi estivi ma gratuiti da ottobre a maggio) – soluzione ottima se andate fuori stagione. Noi non abbiamo avuto problemi.
  • prenotare in uno dei ristoranti dotati di posti riservati. Chiedete se potete lasciare la macchina per fare un giro al borgo prima di pranzo o prima di cena. In genere non dicono di no.
  • raggiungere Tellaro con il bus che parte da Lerici. Lì non ci sono grandi problemi di parcheggio, ce ne sono diversi, ovviamente anche qui tutti a pagamento. Ma di questo ne abbiamo già parlato nel nostro articolo su Lerici

Per i più impavidi e avventurosi segnaliamo anche che è possibile raggiungere Tellaro anche a piedi, tramite sentieri ricavati nella fitta vegetazione, partendo da Montemarcello. Attualmente però non vi sono notizie circa l’apertura di questo sentiero (il n. 444), segnalato per escursionisti esperti. Da questo sentiero è possibile raggiungere anche la spiaggia di Punta Bianca.

Cose da vedere a Tellaro

Senza dubbio il primo posto da vedere a Tellaro è l’antica Chiesa di San Giorgio risalente al XVI secolo e che affaccia proprio sulla scogliera. Di colore rosa intenso è sicuramente il punto di riferimento più importante di questo borgo, da lì si possono scattare delle foto molto suggestive, sia verso il mare che verso il borgo stesso. Dalla passerella si intravede all’orizzonte il paese di San Terenzo, altra frazione di Lerici. Girando intorno alla Chiesa si prosegue su un percorso molto suggestivo che offre panorami mozzafiato.

Secondo luogo da vedere è la Piazzetta della Marina, il centro storico di Tellaro. Zona praticamente impossibile da evitare se andate verso il mare. Da qui si vede la Chiesa di San Giorgio e l’isola di Palmaria all’orizzonte. Bellissime le case colorate che avvolgono l’insenatura marina.

Il terzo luogo da visitare a Tellaro è Scoglio GRÓ – da qui si accede alla spiaggia, luogo molto affollato in estate. In inverno invece è perfetto se si vogliono scattare foto panoramiche più selvagge. Nelle giornate più nitide si vede bene Portovenere e l’isola di Palmaria.

Infine consigliamo di passeggiare nei vari carrugi e di arrivare fino alla facciata della Chiesa di Santa Maria di Selàa – luogo incantevole perchè si trova davanti ad una piazzetta davanti al mare. Un ottimo punto panoramico per le vostre foto.

Dove e cosa mangiare a Tellaro

Arriviamo ora al cibo! Non si può andare in Liguria e non mangiare qualcosa di buono. Adoriamo la farinata, il pesto, la focaccia genovese e le verdure ripiene, ma a Tellaro abbiamo mangiato solo pesce. E ora vi diremo dove mangiarlo bene. Fate attenzione: a Tellaro tanti ristoranti sono chiusi in inverno e per questo la scelta può essere limitata.

Noi abbiamo prenotato con THE FORK pochi minuti prima di arrivare a Tellaro. Abbiamo scelto la Trattoria LA BARCA, con la sua bella terrazza panoramica sul mare. Abbiamo dato uno sguardo al menù in strada e non abbiamo avuto dubbi. C’era tutto quello che volevamo: location, panorama e pesce fresco.

Abbiamo mangiato molto bene, il menù non ha molti piatti, ma sono tutti ben bilanciati. Il piatto tipico è il polpo, ma in questo menù non c’era. Probabilmente non è stagione. Dunque abbiamo scelto uno spaghetto artigianale alle vongole veraci, dei paccheri con gamberi rossi, carciofi e porcini e un fritto misto di pesce e verdure. I piatti sono curati e molto delicati. Il conto potrebbe sembrare un po’ sopra alla media, ma la qualità della materia prima lo giustifica alla grande. Ah .. non lasciatevi sfuggire il tiramisù della casa – un’esperienza sublime!

Noi ci torneremo di sicuro!

La leggenda del borgo marinaro di Tellaro

Come ogni posto che visitiamo anche a Tellaro abbiamo cercato credenze e leggende che in qualche modo ci raccontano la storia e ne abbiamo trovata una davvero insolita e molto avventurosa. Si dice infatti che nel ‘600, alcuni pirati saraceni erano in procinto di sferrare l’attacco decisivo a Tellaro, ma un enorme polpo emerse dalle acque e con i suoi lunghi tentacoli iniziò a suonare le campane della Chiesa di San Giorgio.

Il suono fece svegliare tutti gli abitanti di Tellaro che si precipitarono al mare ed evitarono l’attacco distruggendo il galeone dei saraceni.

Vera o no a noi questa leggenda ci piace moltissimo.

Eventi importanti a Tellaro

Vi sono tre eventi importanti nel piccolo borgo marinaro di Tellaro e tutti e tre richiamano turisti. Noi non abbiamo mai partecipato a nessuno, ma in futuro non ci lasceremo scappare uno di questi eventi, quello gastronomico.

Segnaliamo dunque:

LA SAGRA DEL POLPO che ha luogo ogni anno la seconda settimana di agosto. Ci siamo segnate questo appuntamento e appena si potrà noi saremo presenti. Deve essere ottimo il polpo alla tellarese (patate, olive e olio evo) ma questo meraviglioso pesce viene servito in tanti modi diversi.. e niente dobbiamo provarlo!

IL NATALE SUBACQUEO – evento molto suggestivo. I giorni precedenti al Natale tutto il paese si accende con candeline e lumini creando un’atmosfera magica. La vigilia di Natale un gruppo di subacquei emerge dal mare con la statua del Bambino Gesù, statua donata da Giovanni Paolo II.

IL BORGO FATATO – E’ un altro evento estivo dedicato non esclusivamente ai bambini. Si tiene nel mese di luglio quando il borgo si riempie di fate, cantastorie e artisti che danno spettacolo. Pare che la festa sia dedicata ad una donna, nota figura locale conosciuta come Mené e perseguitata per stregoneria, perché con le sue pozioni cercò di guarire i suoi figli, affetti da un male incurabile.

PixDiary Tellaro, il borgo marinaro

Se invece cercate avventura e un po’ di adrenalina, la zona di Tellaro e delle Cinque Terre offre un sacco di attività da fare all’aperto!

9 thoughts on “Tellaro, il borgo marinaro, perla del Golfo dei Poeti

  1. I borghi della Liguria sono davvero tutti molto belli ma Tellaro è una vera chicca, qualche anno fa ci ho fatto una breve vacanza e la ricordo ancora con piacere

  2. Ho preso accuratamente nota dei tuoi consigli, perchè quella zona della Liguria è bellissima e ci torno sempre volentieri. Tellaro però non l’ho mai visitato, magari appena ritorna la bella stagione potrei organizzare una escursione!

  3. Il prossimo weekend partirò per le 5 Terre e spero di riuscire ad inserire nel viaggio anche Tellaro! Che tu sappia ci sono treni che la collegano alle 5 Terre? Io alloggerò leggermento fuori, a Levanto, spero proprio di riuscire a vederla!

  4. Ecco faccio parte anch’io di quelle persone che non conoscono questo borgo… caspita che colori, è molto caratteristico! Poi i borghi sul mare hanno il loro indiscutibile fascino!!!!!

  5. Bellissimo! Pensa che in questa zona ci abita una mi cara Amica ed è da tempo immemore che mi invita ad andarci! Recupererò al più presto e prendo nota dei tuoi utili suggerimenti per visitarlo! Grazie mille

  6. Ecco, lo sapevo che in questi due mesi di permanenza in Liguria mi sarei persa qualcosa…e Tellaro purtroppo sarà una meta che dovrò recuperare in un mio prossimo viaggio in questa terra meravigliosa che mi ospiterà solo per altri 5 giorni! E probabilmente approfitterò del periodo natalizio per non perdermi il Natale subacqueo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.