Lisbona: i 6 posti imperdibili da vedere almeno una volta nella vita

Prologo

Lisbona è una città dai mille volti e dai colori caldi e in questo articolo vi proponiamo quello che per noi sono i 6 luoghi più belli della città e che meritano sicuramente di essere visitati o rivisitati. La nostra recentissima esperienza nella capitale portoghese è stata dedicata interamente alla bellezza della città. Senza visite a musei, Chiese o locali notturni. Un vero “urban travel” una passeggiata di 2 giorni, senza interferenze.

Perchè proprio Lisbona e perchè andarci in autunno

Ebbene sì. Moira festeggia sempre il compleanno fuori e nonostante ci fosse già stata diversi anni fa, ha voluto rivedere con altri occhi la capitale portoghese. La prima volta è stata nel lontano 2004, era agosto. Un caldo che si moriva. A detta sua non si poteva stare da nessuna parte. E forse per questo motivo la città non era stata visitata a modo. Si cercava per tutto il tempo posti al fresco o all’ombra a discapito di scorci e luoghi mozzafiato.

La stagione perfetta non esiste – anche perchè il meteo non si può certo scegliere, ma sicuramente se non si ama il caldo e l’umidità, l’autunno o la primavera possono essere le stagioni ideali per visitare la capitale portoghese.

Noi ci siamo state a fine ottobre e abbiamo alternato momenti caldi a bombe d’acqua, ma ve lo racconteremo in un altro articolo.

Come raggiungere Lisbona e dove dormire

Nel 2020 avevamo in programma la visita a Lisbona e il giro dell’Algarve – la pandemia ha stravolto i nostri piani e a oggi (novembre 2023) non siamo ancora riuscite a riprogrammare quel viaggio, ma volevamo assolutamente visitare Lisbona e complice una campagna di sconti imperdibili di Ryanair – abbiamo realizzato questo viaggio.

Lisbona si raggiunge in poco più di 2 ore (da Pisa) e una volta all’aeroporto si arriva facilmente in centro città grazie alla metro – linea rossa. Quindi nessun problema logistico. Poi ovviamente dipende da dove si sceglie di dormire, noi abbiamo optato per l’Hotel TURIM EUROPA – 4 stelle, posizione supercomoda a due passi dalla fermata PARQUE.

Il primo consiglio che vi diamo è quello di cercare una sistemazione vicino alle fermate della metropolitana, non ha importanza il colore, il servizio funziona molto bene, è comoda, pulita e molto puntuale. Uno dei servizi urbani più efficienti mai visti.

Per dormire abbiamo speso 280 euro per 3 notti. Abbiamo cercato di spendere il meno possibile, avendo però i confort che per noi sono insindacabili: bagno in camera e letti comodi. Abbiamo risparmiato sulla colazione – l’hotel chiedeva 12 euro a persona al giorno, ma a Lisbona il caffè espresso è buono come a casa e costa 0,75 €, dunque se non siete abituati a scambiare il pranzo con la colazione, il secondo consiglio che vi diamo è: la colazione compresa in hotel non è necessaria. Fuori è buona e costa un decimo rispetto a qualsiasi hotel.

Quanto stare a Lisbona e cosa vedere?

Il “quanto” è sempre relativo. Per noi sono stati 3 giorni e mezzo. Ma se contiamo la gita a Sintra, a Lisbona abbiamo dedicato 2 giorni interi. Ma ve lo raccontiamo dopo.

Lisboa è una città che merita almeno 4-5 giorni la prima volta. Noi ci siamo focalizzate su alcuni luoghi che per noi erano imperdibili, inserendo qualcosa di nuovo che non avevamo mai visto. E in questo articolo ci sentiamo di consigliarvi i 6 luoghi imperdibili di Lisbona, i posti più instagrammabili e più affascinanti da fotografare. Quei posti che tutti dovrebbero vedere almeno una volta nella vita. Per il resto c’è semrpe tempo!

1. 6 posti imperdibili: la Torre di Belém

E’ un monumento iconico risalente al XVI secolo è il simbolo della città. E’ certamente il posto più visitato e offre una vista panoramica sulla capitale portoghese e sull’estuario del fiume Tago. Non l’abbiamo visitata internamete perchè chiusa al pubblico nei giorni in cui eravamo in città.

La costruzione della Torre di Belém iniziò nel 1514 sotto il regno del re Manuele I del Portogallo. L’architetto Francisco de Arruda fu incaricato di progettare la struttura. La torre aveva originariamente una funzione di difesa e di controllo dell’accesso al porto di Lisbona, ma nel corso dei secoli, la Torre di Belém ha avuto vari ruoli, tra cui essere una prigione e un faro.

Ha anche assistito a numerosi cambiamenti politici e ha resistito al terremoto del 1755 che devastò gran parte di Lisbona.

Nel 1983, la Torre di Belém è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, insieme al Monastero dos Jerónimos, per il loro ruolo nella rappresentazione del periodo manuelino e della “età d’oro” del Portogallo. Il Moastero si trova proprio di fronte alla Torre di Belem ed è un capolavoro di architettura manuelita. Noi questa volta non l’abbiamo visitato internamente, per motivi di tempo, ma se è la vostra prima volta in città e avete qualche giorno in più di noi, lo consigliamo.

2. Il Bairro Alto: passeggiare in questa zona della città è un must.

Il Bairro Alto è uno dei quartieri più affascinanti e visitati di Lisbona, noto per la sua atmosfera bohémien e alternativa e per la vivace vita notturna. È circondato da quartieri come Chiado, Baixa e Santa Catarina. La sua posizione elevata offre spettacolari vedute sulla città. Di giorno, le strade sono tranquille e piene di negozi, caffè e gallerie d’arte. Di notte, il Bairro Alto si anima con la movida notturna, con numerosi bar, club e locali che offrono musica dal vivo e intrattenimento. La zona è particolarmente famosa per i suoi “Fado Houses”, dove è possibile ascoltare il tradizionale genere musicale portoghese, il Fado, un genere malinconico molto apprezzato.

Il Bairro Alto è noto anche per la sua arte di strada. Molti murales decorano le facciate degli edifici, e l’arte urbana contribuisce a creare un’atmosfera creativa e vivace. Se siete poi alla ricerca di pezzi unici, in questo quartiere troverete tantissimi negozi vintage che vi faranno sicuramente spendere un po’ di tempo e soldi.

3. Pink Street è sicurmante uno dei 6 posti imperdibili di Lisbona

6 posti imperdibili a Lisbona - Pink street

La famosa “Pink Street” è conosciuta localmente come “Rua Nova do Carvalho”, ed è un’affascinante strada con asfalto rosa, situata nel quartiere di Cais do Sodré. La storia di questa via è interessante e riflette la trasformazione della zona nel corso degli anni.

Originariamente, la zona intorno a Cais do Sodré era una zona portuale industriale, ma negli ultimi decenni, la Pink Street è diventata il cuore del distretto di divertimento notturno di Lisbona. Durante il regime di Salazar negli anni ’30, la strada divenne famosa come una zona frequentata da donne di facili costumi e marinai. Di fatto era famosa per le sue attività meno regolamentate.

Oggi, gli interni degli edifici sono stati restaurati e adattati per ospitare locali alla moda che attirano sia i locali che i visitatori. In questa strada vengono ospitati eventi culturali, festival e mercati durante il giorno, diventando nel tempo un punto di incontro per la creatività e l’espressione artistica.

Se vi piace l’urban art non potete assolutamente perdervi Pink Street

4. I miradouros. Ecco il nostro preferito per fotografare la città dall’alto

I miradouri sono i punti con vista panoramica della città.

Ce ne sono diversi a Lisbona e sicuramente tutti hanno qualcosa di spettacolare. Noi ci siamo letteralmente innamorate del Miradouro da Portas do Sol: situato vicino al Castello di São Jorge, si raggiunge facilmente con gli autobus cittadini dalla fermata di Rossio.

In questo miradouro potrete vedere Lisbona da prospettiva diversa: vi troverete davanti ad una vista pittoresca sul quartiere di Alfama e sul fiume Tago. È anche un ottimo punto per osservare l’architettura tipica di Lisbona. A due passi da qui trovate anche il Miradouro de Santa Luzia: con una vista affascinante, simile a quella di Portas do Sol, forse un po’ più limitata, ma con un bellissimo giardino decorato e piastrelle di ceramica come cornice.

5. Il Ponte 25 de Abril è senz’altro da vedere

6 posti imperdibli a Lisbona, il ponte 23 de abril

Per chi come noi è stato a San Francisco non si può non fare un confronto. Apparentemente sono uguali. Infatti gli architetti si sono ispirati proprio al ponte di San Francisco.

Il Ponte 25 de Abril è certamente uno dei simboli più iconici di Lisbona ed è un’opera di ingegneria straordinaria che attraversa il fiume Tago, collegando la città con la sponda opposta.

E’ stato chiamato Ponte 25 de Abril in onore della Rivoluzione dei Garofani, che ebbe luogo il 25 aprile 1974 in Portogallo. Questa rivoluzione portò alla fine del regime dittatoriale di Salazar e all’instaurazione di un governo democratico. La costruzione del ponte ebbe inizio nel 1962 e fu completata nel 1966. Inizialmente, era stato chiamato “Ponte Salazar” in onore del dittatore portoghese dell’epoca.

E’ lungo 2,2 km e la sua struttura è sorretta da due torri principali, alte 190 metri, che si ergono sopra il fiume. E’ un ponte multifunzionale, consente il passaggio di veicoli su più corsie e ospita anche una linea ferroviaria.

6. Il quartiere Alfama è certamente uno dei 6 posti imperdibili di Lisbona

Alfama è uno dei quartieri più antichi di Lisbona, risalente ai tempi della dominazione moresca. Il suo nome si dice potrebbe derivare dall’arabo “Al-hamma”, che significa “sorgente” o “bagno”. Le strade di questo quartiere sono caratterizzate da vicoli stretti, scalinate e case tradizionali dai colori vivaci.

Le facciate delle case sono spesso decorate con piastrelle di ceramica colorate, chiamate azulejos. E’ il quartiere dove si trova il Castello di San Jorge, situato sulla parte più alta e qui vi sono diversi punti panoramici.

Anche qui come a Bairro Alto, ci sono tantissimi locali e ristoranti che offrono spettacoli di fado, il genere musicale malinconico tipico della città.

Infine se cercate il famoso e pittoresco Tram 28, è ad Alfama che lo troverete. Questo tram diventato popolare tra locali e turisti, attraversa le strade di questo quartiere offrendo ai visitatori un modo suggestivo di esplorare questa splendida zona della città.

Se vi capita, non lasciatevi scappare un giro su questo famoso tram e se vi piace camminare, Alfama è un luogo stupendo per passeggiare ecco perchè è uno di 6 posti imperdibili a Lisbona.

PixDiary di Lisbona

Avete più tempo? Buon per voi! Ci sono tantissime attività da fare a Lisbona!

6 posti imperdibili a lisbona, tram turistici

I nostri 6 posti imperdibili a Lisbona non possono raccontare integralmente questa splendida città e siamo consapevoli di non essere esaustive. Ci sono luoghi meravigliosi, musei, chiese, e negozi molto particolari. Non lasciatevi influenzare totalmente dalle nostre scelte che per alcuni versi sono state dettate solo ed esclusivamente dalla mancanza di tempo. Esplorate e scegliete i vostri luoghi imperdibili e se potete consigliare fatelo nei nostri commenti. Siamo sempre felici di scoprire cose nuove dai nostri readers!

Breve recensione dell’hotel Turim Europa: ve lo consigliamo?

In definitiva ci siamo trovate abbastanza bene, ma come sta succedendo spesso, anche qui tendono a non cambiare i teli del bagno. Mai. E se lo fanno, si portano via quelli sporchi e non li rimpiazzano con quelli puliti. Idem con carta igienica, cialde del caffè e del te, prodotti da bagno.

In altre parole, se consumi non rimpiazzano. Ma basta scendere in reception e chiedere tutto quello che manca e ti viene dato. A noi ha dato fastidio comunque. Uscivamo la mattina presto, abbiamo percorso in media 18-19 km al giorno e tornavamo in hotel la sera e dopo una giornata fuori, scoccia non trovare nulla. Questa è stata l’unica cosa negativa. Per il resto stanza ampia e insonorizzata, letti comodi e buon condizionamento. Nulla da dire. Abbiamo anche provato il servizio in camera e ci siamo trovate davvero bene. Prezzi nella norma e orario di consegna rispettato. In definitiva è un hotel che sicuramente consiglieremmo a chi va a Lisbona e non vuole spendere una fortuna.

Sono stato a Lisbona nello stesso periodo (2-5 novembre) e l’ho trovata molto bella e vivibile Fantastico il Tram 28!

Lascia un commento