);
Bologna in 1 giorno
I nostri Viaggi

Cosa vedere a Bologna in 1 giorno: ecco le tappe imperdibili

Cosa vedere a Bologna in 1 giorno? Secondo tanti un giorno è davvero troppo poco, e siamo d’accordo, ma se avete poco tempo e non volete rinunciare alla visita di questa bellissima città, continuate a leggere, potreste trovare luoghi e tappe che non richiedono tantissimo tempo, ma che sono assolutamente imperdibili.

Per prima cosa stilate un itinerario. Se avete poco tempo la progettazione di un itinerario semplice ma efficace è la cosa migliore. Noi ci siamo orientate con google map prima di partire e non abbiamo avuto alcuna difficoltà.

La città di Bologna conta circa 340 mila abitanti e si estende su area di circa 140 Km quadrati, ma i luoghi più conosciuti si raggiungono facilmente a piedi e non sono molto distanti tra loro, dunque da questo punto di vista può essere considerata una green city. Il mezzo di trasporto più utilizzato in città è certamente la bicicletta e ultimamente anche il monopattino, mezzi che fanno bene all’ambiente.

Il nostro itinerario pedonale

Clicca sulla mappa per vedere il percorso e le tappe

Per facilità abbiamo disegnato il percorso partendo dalla Stazione Centrale di Bologna, situata a nord della città. Se invece arrivate in auto di seguito trovate indicazioni su dove parcheggiare sempre in zona stazione centrale.

Parcheggi a Bologna

La città è piena di parcheggi, tuttavia non è semplicissimo trovare parcheggio in zona centrale. Il consiglio per evitare di girare a caso e perdere tempo è quello di prenotare online un posto in un garage coperto in zona stazione. Noi ci siamo fidate di GARAGE MASINI e ci siamo trovate benissimo, il parcheggio di una giornata costa 20 euro. Una volta sistemata l’auto iniziamo il nostro tour pedonale!

Bologna in 1 giorno: Le nostre tappe imperdibili

  • Finestrella
  • Piazza Nettuno
  • Palazzo d’Accursio
  • Piazza Maggiore o Piazza Grande
  • Le due torri: Garisenda e degli Asinelli
  • I portici di Bologna – patrimonio UNESCO
  • Vicoli di Bologna (Via calzolerie, via drapperie…)
  • Via D’Azeglio

Sembrano tante tappe, ma non preoccupatevi sono tutte nella stessa zona e facilmente raggiungibili, alcuni luoghi poi li rivedrete diverse volte durante la giornata, proprio perché vi troverete sempre nel centro di Bologna.

Dove vedere i canali di Bologna? Alla “Finestrella”

Il nostro tour pedonale inizia proprio da Finestrella di Via Piella, una vera chicca della città che esiste dal 1998, quando è stata riaperto l’affaccio su viale delle Moline – un antico fossato costruito nel 1100 pieno di lavatoi e di mulini per macinare il grano e produrre energia. Raggiungere la Finestrella è semplice, ma non la si trova camminando per caso. Puntate il navigatore o orientatevi con una mappa della città!

Una volta arrivati sul posto vi accorgerete che la finestra è molto piccola e la sensazione è quella di essere davanti ad una vera e propria Polaroid. Da qui si può fotografare e vedere uno scorcio diverso della città. Una Bologna con i canali, come a Venezia. (la foto della finestra la trovate sotto nel nostro pixdiary della città)

Consiglio: andateci alle prime ore della mattina per evitare la fila – sono tutti qui per scattare la foto del giorno.

Piazza Nettuno

Piazza Nettuno prende il nome dalla Statua del Nettuno, costruita tra il 1563 e il 1567 dallo scultore fiammingo Jean De Boulogne e da Tommaso Laureti. Posto affascinante e ricco di vita, soprattutto la sera – è una tappa assolutamente obbligata quando andate a Piazza Maggiore.

Palazzo d’Accursio e Piazza Maggiore

Palazzo d’Accursio è il palazzo comunale dal 1336 e comprende diversi edifici. Deve il suo nome ad Accursio, maestro di Diritto nello Studio bolognese. Nel XV secolo ha subito alcune modifiche architettoniche, tra cui l’inserimento dell’orologio della torre. L’ultimo piano del palazzo ospita il museo civico Collezioni Comunali d’Arte. Mentre la Sala della Borsa, ospita dal 2001 la Civica Biblioteca Multimediale.

Piazza Maggiore, conosciuta anche con il nome di Piazza Grande, è la piazza più famosa di Bologna. La sua costruzione è iniziata nel 1200 quando i bolognesi sentirono l’esigenza di creare uno spazio adibito a mercato cittadino. Il palazzo più antico della piazza è il palazzo del Podestà, risalente al XIII secolo. Altro edificio imponente e importante della Piazza è certamente la Basilica di San Petronio, ideata da Antonio di Vincenzo nel 1390 e mai ultimata.

Bellissima di giorno, ma molto affascinante la sera.

Le due torri: Garisenda e degli Asinelli

Le due torri sono il vero simbolo della città di Bologna, si trovano in centro e segnano l’inizio dell’antica via Emilia. La Torre degli Asinelli fu edificata nel 1109 – 1119 dalla famiglia omonima e i suoi 498 gradini portano all’altezza di oltre 90 metri. Da qui si vede la città da un’altra prospettiva.

La torre Garisenda invece è più bassa, arriva infatti a solo 47 metri, ed è nota per la sua pendenza dovuta al cedimento del terreno. Attualmente si trova in restauro.

I Portici di Bologna, patrimonio UNESCO

I portici di Bologna, da sempre punto di ritrovo, al centro di socialità cittadina, sono stati riconosciuti come patrimonio UNESCO nel 2021, giustificando la scelta in queste poche righe “esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustra uno o più importanti fasi nella storia umana”. Il sito comprende 12 gruppi di portici, tra Via Farini, Via Zamboni, Piazza Santo Stefano, Piazza Cavour, Piazza Maggiore, l’edificio porticato del MamBo il Portico di San Luca, Santa Caterina, l’edificio porticato del quartiere Barca, il portico della Certosa, i portici del Baraccano e la strada porticata di Galliera (fonte Bologna Welcome)

Vicoli e vicoletti dello shopping a Bologna

Abbiamo particolarmente apprezzato i numerosi vicoli intorno a Piazza Maggiore, zone per lo più pedonali, piene di negozi e di locali per aperitivi e cene all’aperto. Meravigliosi i tanti shop che vendono la cosa più famosa di bologna: i tortellini. Un piatto invidiato e replicato in tutto il mondo, ma che vede la sua origine in questa meravigliosa città. Passeggiate con calma e fate caso ai dettagli. Ne troverete di bellissimi.

Via d’Azeglio: Raffaella Carrà e Lucio Dalla

A Bologna in 1 giorno si riesce certamente anche a passeggiare a Via d’Azeglio. Una via semplice che affaccia su Piazza Nettuno. E’ impossibile non vederla, soprattutto in questo periodo, quando di sera, le luminarie dedicate a Raffaella Carrà colorano la via. E c’è sempre gente, a qualsiasi ora.

Una volta imboccata la via basterà camminare per un centinaio di metri prima di trovarsi a destra Piazza Palestini, conosciuta per essere la dimora di Lucio Dalla, ora diventata Fondazione, con l’installazione in metallo posta sulla facciata. Una figura stilizza di Lucio che suona affianco al suo balcone, e sotto casa, qualche murales raffigurante il viso del cantautore bolognese. Tutto molto bello. Tutto molto autentico.

Dove dormire a Bologna

Room 105 | Albergo Drapperie – Bologna

Noi abbiamo scelto un albergo del centro, a due passi dalle torri, proprio dietro Piazza Maggiore. Abbiamo scelto la comodità ad un prezzo abbordabile. L’albergo dove abbiamo dormito è situato in Via Drapperie, da dove prende il nome l’albergo. Stanza piccola ma confortevole, letto molto comodo, staff gentile ed educato. Unica nota negativa la doccia, effettivamente molto piccola. La stanza pare anche ben insonorizzata. Ci siamo trovate bene e sicuramente se ci ricapiterà di tornare a Bologna, torneremo qui. La posizione è davvero il punto di forza della struttura, affacciata sul lato delle Torri e nella zona pedonale della città. Prezzo a notte 70 euro in doppia, senza colazione. Non c’è possibilità di parcheggiare in loco, ma l’hotel può procurare un voucher per il parcheggio. Noi abbiamo fatto in autonomia, scegliendo un altro garage ad un prezzo più basso.

Dove mangiare a Bologna

Ci siamo state una sola giornata e abbiamo provato due posti. Uno tipico bolognese l’altro invece più nazionale – abbiamo mangiato la pizza. Qui vi parleremo SOLO del ristorante scelto per il pranzo, quello più tipico. Parliamo de La Buca di San Petronio, prenotata tramite THE FORK con lo sconto del 20%. Il posto si trova proprio sul lato della Basilica di San Petronio, ha sia posti all’aperto che all’interno del locale. Data la stagione abbiamo mangiato dentro. Il locale è moderno e tenuto bene, ma il vero punto di forza è il menù – tradizionale al punto giusto. Abbiamo scelto i famosissimi tortellini alla fonduta di parmigiano, i bottoni di Lucio Dalla, le costolette di agnello e la guancia di vitello al San Giovese e ci è piaciuto tutto. Non abbiamo trovato difetti e il conto è stato più che onesto. Servizio puntuale, e molto attento. Sicuramente un posto che ci ha soddisfatto!

Pixdiary Bologna

Quanto costa 1 giorno a Bologna?

I costi sono stati abbastanza contenuti, Bologna è una città umana anche se abbiamo trovato davvero cari i tortellini, visti in diversi negozi a 34,90 euro al kg. Ecco la tabella dei costi:

  • Pedaggio autostradale 18,20 euro (A/R)
  • Carburante € 36 (gpl)
  • Parcheggio giornaliero Garage Masini 20 euro
  • Hotel Le Drapperie *** solo pernottamento 70,00 euro
  • Aperitivo 12 euro
  • Ristorante La Buca di San Petronio 67,00 euro
  • Rossopomodoro (pizza serale) 35 euro
  • Totale 258 EURO tutto incluso

Avete un giorno in più? Organizzate una giornata a FICO BOLOGNA il parco del cibo più grande del mondo. Se siete buongustai non potete saltare questa tappa!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.