);
Entrata di FICO BOLOGNA
Food: news e consigli sul cibo

Visita a FICO BOLOGNA: il parco del cibo più grande del mondo

Recensione, orari, costi e indicazioni utili per visitare Fabbrica Italiana Contadina


E’ arrivato il momento di parlarvi di FICO BOLOGNA (acronimo di Fabbrica Italiana Contadina) uno dei tanti luoghi da noi visitati negli ultimi mesi. Tanti lo paragonano ad un parco divertimenti, noi invece lo vediamo come un grande immenso agriturismo. FICO EATALY WORLD BOLOGNA è il parco agroalimentare più grande del mondo, al suo interno si trova di tutto e quel che c’è è di ottima qualità.

Ci siamo state due volte perché ci è piaciuto. Per quale motivo si dovrebbe visitare un mega supermercato? Perché potrebbe essere istruttivo. Noi poi, che siamo due persone curiose e amanti del buon cibo non potevamo fare finta di niente. Volevamo vedere con i nostri occhi quanto grande fosse e cosa attira davvero così tanti visitatori. 


Recensione completa:

Abbiamo letto diverse recensioni alcune molto positive e altre, al contrario, un po’ meno entusiaste. Allora, noi con tutto il rispetto per le opinioni altrui, vogliamo fare una precisazione d’obbligo: è un parco del cibo. E questo si trova. Non aspettatevi cose diverse. Questo è un parco agroalimentare.

La cosa che noi abbiamo trovato veramente interessante ed educativa è la possibilità per il visitatore di vedere in diretta alcuni processi produttivi che altrove non vedresti. Per esempio: alzi la mano chi di voi ha visto come si produce una mortadella? Ecco a FICO lo puoi vedere.

Vuoi migliorare le tue tecniche di pasticceria? Ecco qui lo puoi fare. Insomma le opportunità ci sono bisogna capire quali fanno al caso tuo. Le false aspettative su FICO si sono create leggendo recensioni di persone che pensavano di andare al Carrefour di zona.

Ebbene una volta entrate per noi è stato subito amore. Alla reception abbiamo preso qualche informazione e la mappa generale del parco.

LA MAPPA DI FICO BOLOGNA
Clicca per ingrandire la mappa

Cosa c’è all’interno

E’ meraviglioso vedere quanti prodotti di alta qualità ci sono sugli scaffali. Brand di pasta mai visti prima con confezioni stupende. E poi inizi ad esplorare tutto. Non c’è centimetro che non abbiamo visto. Ci sono shop che vendono solo pasta, altri che vendono solo riso e altri ancora che vendono solo un tipo di passata di pomodoro. Tutto di altissima qualità.

E poi ci sono le stanze che raccontano le biodiversità. Piacevole il percorso. Si entra in un tunnel dove si può vedere come da un piccolo seme, si arrivi alla pianta piena di foglie, pronta per essere utilizzata in cucina. L’abbiamo trovato un percorso istruttivo e rilassante.

Stanza delle biodiversità FICO BOLOGNA

Qualità delle materie prime

Vogliamo parlare a tutti quelli che hanno scritto nelle recensioni che i prezzi dei prodotti di FICO sono altissimi. Ebbene, sull’argomento noi abbiamo qualcosa da dire a chi ha intenzione di visitare questo parco: i prezzi di FICO sono in linea con la qualità dei prodotti. Almeno di quelli che abbiamo acquistato noi. Ci sono prodotti che puoi acquistare e provare soltanto a FICO, marchi d’eccellenza che forse troveresti con difficoltà nei negozi di nicchia. E lo diciamo noi che veniamo da una terra, la Toscana, che ha tantissime eccellenze.

PASTA FATA A MANO A FICO BOLOGNA

Ristoranti e superstore

Abbiamo mangiato carne. Non siamo vegetariane, e “la ciccia” come dicono dalle nostri parti ci piace molto. Abbiamo scelto una macelleria con cucina e abbiamo mangiato davvero bene. Due hamburger di chianina, due bibite per circa 30 euro. Ecco a noi non è sembrato caro. E’ sembrato in linea con i prezzi delle vere bracerie che abbiamo vicino casa. Ovvio, se vuoi mangiare carne di altissima qualità e spendere quanto Mac Donald, ecco hai sbagliato posto. 

La seconda volta abbiamo mangiato in un pastificio. Qualità della pasta eccezionale, ma non siamo rimaste soddisfatte al 100% del condimento, per compensare abbiamo preso un gelato che era davvero l’eccellenza assoluta mai provata. Insomma non possiamo fare pubblicità alle aziende all’interno di FICO, ma non vi sarà difficile trovare questa grande gelateria. 

E poi arriva il superstore. Il supermercato vende ogni ben di Dio. Insomma se dovete fare la spesa di cose molto buone, anzi buonissime, andate a FICO BOLOGNA.

LA SORPRESA

Aperitivo in spiaggia. Sì a FICO hanno allestito, un chiringuito con tanto di lettini, ombrelloni, sabbia e cabine da mare. L’aperitivo è buono e il costo è nella norma. Insomma un’esperienza consigliata. 

APERITIVO ALLA SPIAGGIA DI FICO BOLOGNA

PER I RAGAZZI 

Ma FICO ha pensato anche ai più giovani, inserendo nel complesso un campo da beach volley coperto, un’area giochi e il campo da minigolf. Un po’ di sport non guasta mai. 

GLI ESTERNI

All’esterno ci sono gli animali: bovini, ovini, maiali, polli e altri volatili che si trovano in genere nelle cascine, nei casali e nelle zone di campagna. Insomma, non aspettatevi orsi ed elefanti. Non è uno zoo. E poi ci sono uliveti, frutteti, giardini, la tartufaia e l’orto generale.

ALTRI SERVIZI

LE BICICLETTE DA NOLEGGIARE A FICO BOLOGNA

C’è un ufficio postale. Bellissimo. Il più bello mai visto in Italia. Hanno pensato davvero a tutto. Se vuoi puoi spedire un pacco di prodotti immediatamente, lo puoi fare!

E poi un altro servizio che abbiamo apprezzato è il noleggio di biciclette per visitare il parco in agilità e senza inquinare. Scelta ecosostenibile e divertente.

Ti prego non farlo!

Non abbiamo visto cartelli, quindi non sarà esplicitamente vietato, ma è buonsenso. Per favore NON PORTARE IL PRANZO AL SACCO DA CASA. Non ci credi? Abbiamo visto gruppi di persone che giravano con il panino avvolto dalla stagnola. Ecco, no!


Fotogallery FICO BOLOGNA

Come si raggiunge FICO BOLOGNA

in AUTO: prendere l’Autostrada per BOLOGNA e uscire a ”BOLOGNA FIERA”. Il parcheggio costa 1,50 euro l’ora. Le prime due ore sono gratuite. 

in TRENO: raggiungibile con FRECCIAROSSA, ITALOTRENO, o TRENI REGIONALI. Una volta arrivati alla stazione di Bologna, attraversate la strada e aspettate FICOBUS – il servizio di navetta gratuita messa a disposizione da FICO. Ce ne sono davvero molte con frequenza effettiva di 10-15 minuti.


Quanto costa visitare FICO BOLOGNA

Biglietto di entrata: non costa nulla. L’entrata a FICO è gratis, tuttavia i percorsi, i laboratori e le visite guidate sono a pagamento, ma non superano mai i 20 euro a persona. Segnaliamo qualche iniziativa che abbiamo visto:

  • LABORATORI CREATIVI PER BAMBINI – 15 EURO
  • DENTRO LA FABBRICA – 15 EURO
  • CENA TRA LE VIGNE (IN ESTATE) – 25 EURO

Durata della visita

Dipende dalle attività che scegli di fare. Se vai solo per vedere il parco in generale come noi e poi ti fermi a pranzo, il tempo stimato di visita è di circa 4-5 ore. Non di più. Se invece ti iscrivi a laboratori e visite guidate, l’esperienza può durare anche tutta la giornata

ORARI D’APERTURA: Tutti i giorni dalle 10 alle 23 

16 Comments

  • Valentina

    Mi ha fatto molto piacere leggere questo vostro articolo! Razionale, oggettivo, ben scritto e con tanti consigli e spunti utili. Io semplicemente adoro Fico, adoro l’idea e la cultura di cui si fa portatore e ogni volta che posso, dato che ci vivo molto vicino, vado lì a passeggiare e a sperimentare qualcosa. Le persone che lo criticano aspramente secondo me non hanno ben capito che cos’è Fico…

  • francesca

    Vi ringrazio tantissimo per questa recensione. Come avete detto voi anche io ne avevo letto di pessime e, sinceramente, non riuscivo a capire il perché. Adesso so cosa aspettarmi e voglio proprio andarci a migliorare le mie tecniche di pasticceria! GRAZIE!

  • Elisa

    Ecco, questo è un posto che mi piacerebbe visitare! Non solo perché mi piace mangiare e qui troverei, letteralmente, pane per i miei denti, ma perché penso sia un posto interessante anche per il dietro le quinte, ovvero tutte quelle informazioni su cibo e lavorazione che in un supermercato o in un ristorante non scopriresti mai! Mi sa che la prossima volta che passo da Bologna ci faccio una capatina 🙂

  • Antonella

    Sono stata molto in dubbio sulla visita a Fico e ancora non ci sono andata. Sinceramente non sapevo bene cosa aspettarmi forse un Eataly più in grande? Voi mi avete chiarito un pò le idee, forse non convinta del tutto ma l’idea di vedere da vicino alcuni cicli produttivi di cibo di qualità mi attira molto. Grazie per la chiarezza!

  • Cristina

    Fico l’ho visitato appena aveva aperto e non mi ha entusiasmato molto! Sarà perché mi è sembrato un grande supermercato più che un luogo d’attività come mi era stato descritto.
    Devo tornarci per rivalutarlo!

  • Simona

    Non sapevo affatto che ci fosse un parco del cibo così grande e anche così interattivo. Credo sarebbe interessante per i bambini ma anche per gli adulti, io ad esempio so già che come voi tornerei più volte. E credo che almeno in questo tipo di posti il panino con la stagnola potrebbe restare a casa. Se non si va per il cibo che senso ha allora?

  • Alessandra

    Molto interessante questo post. Sei stata molto chiara. Adesso so cosa posso aspettarmi dalla visita. Potrebbe essere un’idea x un weekend in terra bolognese. Grazie mille!

  • Valentina

    Ho sentito tanto parlare del FICO (spesso in maniera non tanto positiva) e sono contenta di aver letto finalmente un articolo ben scritto a riguardo. Abitando a Modena, un giorno potrei farci un salto 🙂 si tratta di un posto che mi incuriosisce molto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *