);
COLLINE DEL CHIANTI

La prima volta dopo il lockdown: colline del Chianti

Abbiamo scelto le Colline del Chianti per la nostra prima giornata dopo quasi 3 mesi di lockdown. Ci siamo svegliate e siamo partite, in macchina, come spesso ci capita. Siamo amanti degli On the Road, quelli belli, quelli lunghi, ma non potendo ancora partire per viaggi a lungo raggio abbiamo optato per una gita nella nostra bellissima regione, e così la prima uscita è proprio qui, in Toscana.

Siamo state via l’intera giornata e abbiamo percorso circa 260 km con soste lente e pranzo al sacco, come non facevamo da tanto tempo. Abbiamo portato tutto da casa, ma ci siamo concesse qualcosa sul posto: un caffè, un gelato e una cena al ristorante.

Prima tappa: Fonterutoli

Itinerario Colline Chianti
Il nostro itinerario giornaliero

Siamo partite da Pisa la mattina, con calma. Abbiamo deciso di non partire alle prime luci dell’alba, perché in fondo era la prima uscita dopo tanto tempo. Una giornata lenta, studiata per riprendere a viaggiare con serenità tra natura, borghi e mare. La prima meta della mattina è FONTERUTOLI, frazione di Castellina in Chianti, famosa per il vino e per la coltivazione di lavanda. L’identità del piccolo borgo è stata preservata dai Marchesi Mazzei che qui hanno la loro storica tenuta e cantina di vini. E’ possibile organizzare una visita guidata con degustazione.

La visita del borgo dura circa 40 minuti. Il posto è piccolo, tuttavia vi sono strutture ricettive con viste e panorami mozzafiato. Da qui si riesce a scorgere, nonostante la distanza, la torre del Mangia e il Duomo di Siena.

Ci fermiamo a mangiare il nostro pranzo al sacco in un area verde sulla strada che da Castellina in Chianti ci porta a Radda in Chianti, un altro piccolo borgo delle colline del Chianti. La vegetazione è rigogliosa ed è bellissimo mangiare sentendo solo il cinguettio degli uccellini. Tutta questa natura ci ha fatto pensare al nostro giardino e a come vorremmo che cambiasse identità. Aggiungiamo alla giornata una tappa al vivaio di Cenaia, prima di andare al mare. Ma proseguiamo con calma.

Photogallery di Fonterutoli (SI)

Seconda tappa: Radda in Chianti

Subito dopo pranzo partiamo per Radda in Chianti che dista circa 10 km. Il paese è deserto. Parcheggiamo nei pressi di una caffetteria-pasticceria aperta e affollata di ciclisti.

Entriamo e ordiniamo subito due caffè, ci sediamo nella zona panoramica. Non c’è nessuno seduto ai tavoli. La maggioranza delle persone entra, ordina e consuma al banco. C’è una porta che serve solo per entrare nella pasticceria e una che serve solo per uscire. Così si evitano code e il distanziamento sociale è garantito.

Noi ci prendiamo il nostro tempo, beviamo il caffè e subito dopo prendiamo un gelato. Il primo vero gelato dopo 77 giorni di lockdown. Che bello! Gesti che fino a pochi mesi fa erano normali, adesso ci sembrano quasi un miracolo. Mai l’avremmo pensato, ma è davvero così: “non si apprezzano mai le cose, finché non le perdi”.

Terza tappa: Tirrenia

E’ ora di tornare verso casa e prima di dirigerci a Tirrenia, facciamo una sosta al Vivaio Oasi Verde di Cenaia. C’è tanta gente e aspettiamo il nostro turno. Nel frattempo ci abbandoniamo alla visita. Ci sono un’infinità di piante all’esterno. Ulivi, piante di limone, gelsomini, edera, vite americana, c’è di tutto. Compreremmo tutto. Ma alla fine ordiniamo una decina di piante rampicanti per la sieoe del giardino e un vaso in terracotta per il nostro limone. Chiediamo una consegna a domicilio perché noi adesso dobbiamo proseguire la nostra giornata verso il mare: direzione Tirrenia. Unire utile a dilettevole è stato troppo facile!

Sono quasi le 19:00, la gente sta andando via dalla spiaggia e il mare è tutto per noi. Iniziano ad arrivare i pescatori ch, con le loro canne da pesca, si dirigono verso la riva. Noi restiamo lì, a guardare il mare, pulito e limpido come mai l’avevamo visto.

Fotogallery al mare

19 Comments

  • Beatrice

    Il Chianti è una zona che non conosco affatto bene, ma amo molto le campagne toscane quindi prima o poi devo farmi un bel giro. Devo dire che anche io che ho fatto solo un banale giro in bici qui attorno ho comunque riassaporato la libertà!

  • Simona

    Ha tutto un sapore diverso vero? Io non sono ancora uscita per delle vere esplorazioni ma ho fatto solo una piccola capatina nelle vicinanza. Non so bene cosa aspettarmi, credo sarà come rivedere tutto per la prima volta. Nel frattempo ne ho avuto un assaggio grazie a te! 🙂

  • Silvia The Food Traveler

    Che emozione uscire per una gita dopo tanto tempo! Io non l’ho ancora fatto, e al momento ho fatto solo una lunghissima passeggiata dalle mie parti che anche nel mio caso prevedeva una tappa per il gelato, che dopo tutti questi mesi mi è sembrato un lusso incredibile. Spero di poter tornare nel Chianti molto presto.

    • Andrea

      Che sollievo poter tornare a vedere nuovi posti ed esplorare. Sono certa che questo lockdown ci abbia fatto capire quanti posti meravigliosi abbiamo giusto dietro l’angolo e questo è proprio il momento giusto per poterli scoprire! Ci sono stata in Toscana e ricordo quanto siano belle le sue campagne, i suoi borghi e il verde da cui sono circondati. Magari una scappata nel Chianti quest’estate potrebbe essere un’ottima idea per un weekend fuori porta!

  • Maddalena

    Che meraviglia! Amo i posti come quelli che mostrate attraverso la fotogallery.. piccoli borghi e normali gesti che se prima sembravano normalità, adesso si apprezzano ancora di più!

  • Helene

    Proprio durante questo lockdown mi sono detta che è davvero ora di tornare in Toscana visto che ormai è un po’ di tempo che non ne visito qualche località. Spero di riuscire ad organizzare qualcosa appena apriranno le frontiere tra le regioni.

  • Giovy

    Il mio primo giro dopo il lockdown è stato in Umbria. Sono riuscita a spostarmi per lavoro (ecco perché ho varcato il confine della mia regione) e non mi sembrava vero.

  • Andrea

    Che sollievo poter tornare a vedere nuovi posti ed esplorare. Sono certa che questo lockdown ci abbia fatto capire quanti posti meravigliosi abbiamo giusto dietro l’angolo e questo è proprio il momento giusto per poterli scoprire! Ci sono stata in Toscana e ricordo quanto siano belle le sue campagne, i suoi borghi e il verde da cui sono circondati. Magari una scappata nel Chianti quest’estate potrebbe essere un’ottima idea per un weekend fuori porta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *