);
I nostri Viaggi

San Gimignano: un tranquillo weekend nel medioevo

Vorreste passare un weekend nel medioevo? San Gimignano è il posto che fa per voi! Per noi che abitiamo in Toscana è facile scegliere un posto dove trascorrere un paio di giorni e San Gimignano è una delle nostre mete preferite, sia per il posto che per la cucina. Ci siamo regalate due giorni per visitare con calma il borgo di San Gimignano, la Manhattan del Medioevo e abbiamo passato un bellissimo weekend!

San Gimignano, per chi non lo sapesse è nota come “La città delle Torri” (se ne contano almeno 14) ha circa 7500 abitanti ed è una cittadina ricca di cose da vedere e di siti da visitare.

Il suo centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco e tra i musei più importanti segnaliamo il Museo Civico, con le opere artistiche fiorentine e senesi dal XIII al XVI secolo e il Museo della Tortura che ospita strumenti di tortura medievale e documenti antichi della Santa Inquisizione.

La cittadina è famosa per la produzione della Vernaccia, il primo vino italiano ad avere la denominazione di origine controllata nel 1966. Non tutti sanno che San Gimignano è famosa anche per la produzione dello zafferano e che fa parte della Associazione Nazionale Città dell’Olio.

Cosa vedere a San Gimignano?

Un weekend a San Gimignano è abbastanza per vedere tutto? Dipende da cosa volete vedere! Di certo ci sono tantissime cose da vedere all’interno del centro storico. E’ un percorso non molto lungo che si fa volentieri che permette di vedere tutte le bellezze del centro. Noi consigliamo di partire da Porta San Giovanni per raggiungere la Passeggia delle Mura, lunga circa 2 km e che permette di vedere l’interno di San Gimignano. Inoltre in alcuni punti si vedono panorami meravigliosi della Val d’Elsa.

Secondo luogo cool di San Gimignano è la Piazza della Cisterna, dove potrete vedere il pozzo realizzato in travertino e che è ancora al centro della Piazza. Luogo antico e sede di botteghe e taverne, adesso è un luogo importantissimo di San Gimignano. Un luogo che tutti i visitatori vedono e che non può mancare nel vostro percorso.

Si passa poi alla Piazza del Duomo dove si può vedere anche il Palazzo del Podestà, altro luogo famosissimo di San Gimignano che per tutto il ‘300 fu utilizzato come casa di detenzione.

Scendendo dalla scalinata del Duomo si entra in Piazza delle Erbe, caratteristica piazza a forma triangolare, chiamata così perché un tempo qui c’era il mercato delle verdure e delle erbe che arrivavano dalla campagna.

Ma a San Gimignano non vi sono solo monumenti e palazzi. E’ facile trovare anche dei percorsi di arte contemporanea di alto livello e per questo vi rimandiamo al link della pro-loco della città che organizza e aggiorna spesso i principali appuntamenti della stagione.


Quando andare a San Gimignano?

Un weekend a San Gimignano è perfetto in tutte le stagioni, tuttavia se dovessimo scegliere il periodo migliore forse sceglieremmo la tarda primavera o l’inizio dell’autunno, quando la temperatura è piacevole, i colori sono vivi e non c’è tanta folla di turisti.


Dove dormire a San Gimignano?

In centro storico hotel e b&b hanno prezzi decisamente alti, ma se non vi interessa il lusso sfrenato, la comodità di essere all’interno di San Gimignano non ha prezzo. Passare week end a San Gimignano vi permetterà di vedere la città anche la sera, suggestiva quando decine di luci illuminano il centro. Noi abbiamo scelto di dormire in centro, ma abbiamo affittato un appartamento in una posizione comodissima anche rispetto al parcheggio cittadino. Abbiamo prenotato l’appartamento da 30 mq da Locazione Turistica Totti, prenotata tramite Booking Abbiamo speso 150 euro per due notti.

Abbiamo scelto l’appartamento per non essere obbligate a uscire sempre a pranzo e cena, cosa che poi abbiamo fatto, ma il fatto di poter scegliere ha i suoi vantaggi. L’appartamento è ampio, pulitissimo e con tutto il necessario per un week end comodo e soddisfacente. La wifi è disponibile gratuitamente e funziona molto bene. La signora Brunella è stata gentile, puntuale e molto disponibile.

Se invece preferite una sistemazione orientata verso la campagna, vi segnaliamo la Fattoria San Donato, a pochi km da San Gimignano, posto incantevole, con possibilità di mezza pensione. Ne abbiamo parlato ampiamente qui


PixDiary

Cosa mangiare a San Gimignano?

Ci sono tantissimi locali a San Gimignano, per tutti i gusti e per tutte le tasche. Lasciate pizza e fast food per i prossimi viaggi perché qui dovrete per forza buttarvi sui tantissimi ristoranti e osterie che riempiono le vie del centro. Nel vostro weekend a San Gimignano consigliamo di mangiare piatti tipici della zona che comprendono: pici cacio e pepe, tagliata ai funghi porcini e … il tartufo! Noi siamo state diverse volte in diversi ristoranti e possiamo dire che si mangia bene ovunque e il prezzo medio per due portate a testa è di circa 25 euro, escluso il vino.


Esperienze a San Gimignano?

E poi .. se non vi basta la visita, potete arricchire il vostro weekend a San Gimignano grazie alle esperienze! San Gimignano è un centro vivo e molto attivo e se amate il cibo e il buon vino, non avrete che l’imbarazzo della scelta. Tante sono infatti le cantine e gli agriturismi che organizzano degustazioni di vino e di olio locale. Noi ne abbiamo provata qualcuna e siamo rimaste soddisfatte. E poi ci sono altre attività da fare, come i tour guidati e i giri in Chianti con la 500. Ecco qualche esempio:

2 thoughts on “San Gimignano: un tranquillo weekend nel medioevo

  1. che meraviglie queste immagini!!! Non vedo l’ora di scoprire San Gimignano a settembre! Ho preso nota delle info che avete dato: non sapevo che la cittadina fosse famosa anche per la produzione dello zafferano, interessante!!

  2. E’ tanto tempo che non vado a San Gimignano non lo ricordo quasi, mi sono annotata alcuni consigli e vorrei proprio organizzare un week end quanto prima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *